Oggi è il giorno che dedichiamo alle notizie: appena ne trovo alcune di curiose in giro per il mondo me le metto da parte per poi commentarle insieme. 

Prima notizia: il mistero del quadro

Partiamo parlando di storia e di arte. Durante la Seconda Guerra Mondiale l’esercito nazista ha rubato parecchi capolavori nei vari paesi che via via conquistava. Queste opere sono poi finite un po’ ovunque, nelle sedi governative in cantine dimenticate e anche nei salotti dei vari ufficiali dell’esercito o quadri dirigenti dell’amministrazione nazista.

Durante una guerra non è certo una novità che l’esercito più forte si appropri di beni di valore dell’avversario. Ma a guerra finita poi è molto difficile riavere indietro tutto quello che è stato rubato.

A volte, grazie a trattative fra governi, molte opere tornano ai legittimi proprietari. Altre volte vengono dimenticate in qualche sotterraneo o cantina di edifici pubblici o privati,  e non se ne hanno più notizie per anni, o addirittura decenni.

Nel caso che ti racconto oggi è successa una cosa quasi incredibile: Alfred Forner, un sottufficiale dell’esercito tedesco, nel 1944 ricevette l’ordine di portare dalla Francia alla Germania un piccolo quadro di Nicolas Rousseau, un pittore francese dell’800. L’edificio in cui lo doveva consegnare però nel frattempo era andato distrutto e quindi… se lo portò a casa e lo appese in salotto.

(…)

Puoi la trascrizione in PDF completa cliccando il bottone qui sotto.

Ricevi gli articoli via mail

Categorie: Notizie

0 commenti

Rispondi